airedale terrier

Alla scoperta dall’airedale terrier, detto il Re

airedale terrier

Alla scoperta dall’airedale terrier, detto il Re

Ritorniamo all’Ottocento e alla caccia alle lontre per scoprire le origini dell’airedale terrier

Le origini dell’Airedale Terrier risalgono all’Ottocento quando i pescatori dell’Aire, incrociando soggetti Otterhound con Black and Tan Terrier, razza ora estinta, crearono una nuova razza che, a differenza degli esemplari di Otterhound, non avesse timore di introdursi negli acquitrini e di penetrare nelle tane parzialmente sommerse delle lontre.

Da allora venne utilizzato per la caccia alla lontra (ma anche all’orso, al lupo, al cinghiale e al cervo), per eliminare i roditori e persino come cane da riporto.

Nel 1886 il Kennel Club di Londra riconobbe ufficialmente l’Airedale Terrier, che venne inquadrato nella classe riservata ai cani a pelo ruvido. La razza ottenne un immediato e notevole successo; fu apprezzata non solo per la rispondenza agli scopi per cui era stata selezionata, ma anche per l’estrema versatilità.  Fu uno dei primi cani reclutati dall’esercito britannico: durante la prima guerra mondiale svolse il compito di messaggero nelle trincee delle Fiandre.

L’aspetto dell’airedale terrier

Viene definito il re di tutti i terrier perché è sicuramente il più “imponente” con i suoi 58-60cm al garrese e tra i 20-25kg è tra i terrier inglesi il più prestante. L’aspetto è rustico, e in effetti si tratta di una razza sana e forte, che non teme il freddo e il caldo, grazie a un mantello particolarmente isolante.

La sua manutenzione non è particolarmente laboriosa, anche se la gestione del pelo richiede almeno un paio di strippature annuali, che però offrono un grande vantaggio, l’Airedale Terrier non è infatti soggetto a muta, quindi non perde il pelo.  Anche per questo è molto apprezzato come animale da compagnia, perché è pulito.

Testa: ben proporzionata, senza differenza visibile del cranio e del muso in lunghezza, stop appena percettibile; il cranio è lungo e piatto, restringe leggermente verso gli occhi.

Occhi: di colore scuro, relativamente piccoli, non sporgenti, denotano espressione acuta e intelligente. La dentatura è forte e con chiusura a forbice; accettata quella a tenaglia

Orecchie: a forma di V, portate laterali; piccole, ma proporzionate

Collo: pulito, muscoloso, moderatamente lungo e spesso; si allarga gradualmente verso le spalle.

Coda: inserita alta e portata gaiamente, non arrotolata sul dorso, è di buona forza e sostanza.

Tronco: il dorso è corto, forte, dritto e orizzontale; il torace è ben disceso (circa al livello dei gomiti), ma non ampio e le costole sono ben cerchiate.

Mantello: il pelo è duro, fitto e ruvido, non tanto lungo. Dritto e aderente; il mantello esterno è formato da peli duri, ispidi e ruvidi, il sottopelo è più corto e soffice. I peli più duri sono crespi o leggermente ondulati.

Arti: gli anteriori sono dritti, paralleli e dotati di buona ossatura. I posteriori sono dotati di cosce lunghe e potenti, visti da dietro sono paralleli

airedale terrier
airedale terrier

Il carattere

Il cane ha un carattere molto versatile. Raramente sentirete l’Airedale Terrier abbaiare, a meno che non ne abbia realmente motivo. Si tratta di una razza che si presta a numerose attività: possiede un olfatto e una vista ben sviluppati, sa nuotare con tenacia ed è molto robusto e coraggioso.

Oggi viene per lo più impiegato come cane da guardia, mostrando di saper difendere egregiamente il suo territorio. Se lo portate in campagna a scorrazzare sui prati tirerà fuori la sua natura da esploratore e cacciatore. Quindi pensateci bene prima di rinchiuderlo in un appartamento per giorni interi.

Questa è una razza che ha bisogno di muoversi e stare a contatto con la natura.

È molto possessivo, quindi bisogna prestare attenzione a ciò che considera suo, e soprattutto va sorvegliato nel rapporto con altri animali, con i quali  non sempre va d’accordo.

Per far fronte alla sua tenacia ci vuole un padrone dotato di tanta costanza, mentre per soddisfare la sua curiosità e la sua sportività – onde evitare diventino distruttive – bisogna dedicargli del tempo e coinvolgerlo nelle attività della famiglia, concedendogli passeggiate e corse o magari qualche attività ludico sportiva come l ‘agility dog o il disc dog (scopri la sezione Sport sul Magazine di Kpet)

Necessita di una buona toelettatura del pelo almeno 2 volte all’anno. In questo caso si utilizza la tecnica dello stripping: il pelo viene strappato e non tagliato.

Conclusioni

L‘Airedale terrier è sicuramente un cane molto versatile adatto a diverse attività, ha un carattere forte e deciso, quindi necessità di un padrone preferibilmente esperto e coerente, è un cane pulito, non perde pelo, ma deve esser toelettato almeno 2 volte l ‘anno.

Ottimo per la famiglia, si affeziona ai bambini proteggendo loro, e la casa.

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Categorie
Condividi con:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Powered by
In evidenza

Articoli correlati

Precedente
Successivo